4 maggio -
22 ottobre 2021

Humanizing technology è il tema che guida i contenuti culturali del Circolo del Design fino a ottobre 2021, online e offline.
L’umanizzazione della tecnologia è la grande sfida che il progresso tecnologico sta affrontando dal punto di vista etico, economico, sociale e ambientale: sfida resa particolarmente evidente dalla situazione pandemica, con la sua imposta accelerazione digitale, le sue limitazioni fisiche e di conseguenza le nostre rinnovate abitudini di consumo, di relazione e di fruizione di servizi.
Che percorsi compiono i nostri dati online? Quale spazio stanno assumendo nelle nostre vite i luoghi virtuali che abitiamo? Quanto mediamo le nostre emozioni tramite i device? Quanto le tecnologie possono rappresentare lo strumento di progetto a favore del pianeta?
E ancora, cosa può fare il design?
Il Circolo del Design ha chiesto a dieci designer internazionali, dalla Francia a San Francisco, dalla Norvegia a Tokyo, di rispondere ad un'unica domanda: Qual è il futuro dell’interaction design?
E quindi, come si può progettare una migliore interazione con le tecnologie.

Dieci background diversi, differenti per provenienze, ruoli, formazione e generazioni portano inedite visioni e riflessioni sul tema.

Laura Bordin

Head of Experience Designer at PagoPA (Milano)

Tim Brown

Chair of IDEO (San Francisco)

Matt Cottam

Founder & Chief Design Officer at Tellart (Amsterdam)

Gillian Crampton Smith

First Director of Interaction Design Institute Ivrea (Venezia)

Chris Downs

Design Leader and Co-Founder of Normally (Londra)

Damiano Gui

Head of Experience Design, Havas CX (Milano)

Héctor Ouilhet

Head of Human Centered Innovation & Strategy at Google (San Francisco)

Rikako Sakai

Former Senior Interaction Designer at Canon, Artist (Tokyo)

John Thackara

Bioregional Designer, Urban-Rural Curator, Adj Professor Tongji University (Francia)

Jan-Christoph Zoels

Co-founder, Partner and Creative Director, Experientia (Torino)

Prossimi eventi in programma